Procedimento penale internazionale contro il traffico di esseri umani — A che punto siamo?

Il webi­nar ha evi­den­zi­a­to quan­to sia dif­fi­cile oggi perseguire i crim­i­nali del traf­fi­co di esseri umani: sec­on­do Kevin High­land, il pri­mo Com­mis­sario indipen­dente anti-schi­av­itù del gov­er­no bri­tan­ni­co, meno di un caso di traf­fi­co su 1.250 viene attual­mente perse­gui­to. Ha det­to che è tem­po di un piano inter­nazionale del­la stes­sa por­ta­ta di quel­lo lan­ci­a­to per affrontare il riscal­da­men­to glob­ale. Pochissime risorse sono ded­i­cate dai gov­erni alla lot­ta con­tro la trat­ta, che colpisce oltre 45 mil­ioni di per­sone nel mondo.

  • 1. Intro­duzione del pro­fes­sor Michel Veuthey, ambas­ci­a­tore del Sovra­no Ordine di Mal­ta nel­la lot­ta con­tro il traf­fi­co di persone
  • 2. Kevin Hyland, ex com­mis­sario indipen­dente anti-schi­av­itù per il gov­er­no britannico
  • 3. Dr. Olivia Smith, Project Man­ag­er, TIP Nation­al Action Plan (Traf­fick­ing in Per­sons Report), Barbados
  • 4. Bri­an Iselin, ex solda­to aus­traliano e agente fed­erale, fonda­tore di Slave Free Trade, un’or­ga­niz­zazione non-prof­it con sede a Ginevra che lavo­ra per sfruttare il potere del­la blockchain per lib­er­are il mon­do dal lavoro degli schiavi
  • 5. Mor­gane Nicot, mod­er­a­tore, UNODC

Register to our series of webinars adlaudatosi on Human Trafficking

 
 

You have successfully registered !